Menù
Un sogno che si realizza

"Sono anni che avevamo in mente di fare un prodotto con i grani di qualità della nostra terra – dice Graziano Chelli presidente dei Granai di Toscana nell'intervista che ci ha rilasciato – ora che ci siamo riusciti questo sembra un sogno diventato realtà. La scelta di produrre un nuovo tipo di pasta non è certamente dovuta al fatto che pensavamo che questo prodotto mancasse sugli scaffali – aggiunge-. Anzi proprio la quantità di offerta del piatto più amato dagli italiani è uno dei motivi che ha determinato tanta confusione per al consumatore. Abbiamo scelto di sfidare le difficoltà del momento dando vita all’O.P. Granai di Toscana e alla relativa pasta, per due motivi che non abbiamo mai sottaciuto: garantire reddito ai nostri soci, che equivale garantire il non trascurabile indotto che gira attorno alla ceralicoltura, e produrre un alimento tracciato e certificato. Sono sette le Cooperative che fanno parte della nostra organizzazione, tutte che hanno accettato questa sfida".

A poco più di un anno dalla presentazione ufficiale della nostra pasta ci guardiamo indietro e vediamo che sono stati mesi difficili e duri. La concorrenza con gli industriali della pasta, il crollo del prezzo del grano, la persistente disinformazione data al consumatore, le difficoltà burocratiche e per certi aspetti le bizzarrie climatiche non ci hanno aiutato. Oggi però noi guardiamo avanti, guardiamo alla necessità di non fermarci. Ci proponiamo di poter realizzare un mulino e un pastificio locale per poter chiudere la filiera. Ci siamo impegnati, e continueremo a farlo, nel diffondere una corretta e sana cultura alimentare, della nostra agricoltura vogliamo fare una agri-cultura. Guardiamo con soddisfazione alla risposta di chi ha compreso cosa c’è in ogni pacco dei Granai di Toscana, di chi non si limita alla variabile prezzo. Continuiamo a credere che le persone preferiscano mangiare prodotti del territorio perché scegliere il locale è uno stile di vita, una scelta che premia la qualità e da anche un futuro a questa terra. Siamo entrati nella GdO per consentire a tutti di portare la genuinità in tavola e con questa missione intendiamo perseguire anche nel futuro. Non sempre troviamo un appoggio in chi dovrebbe darcelo, basti per esempio riflettere sulla delicata questione del glifosate, ma questo non ci spaventa e anzi si trasforma in carburante per la nostra determinazione, intanto però salutiamo positivamente l’entrata in vigore dell’obbligatorietà di indicare la provenienza del grano nelle etichette. Noi siamo certi del nostro prodotto e siamo ancora più certi che il cliente, quello che non consuma ma sceglie cosa mettere nel carrello ha compreso ed è già dalla nostra parte.

I NOSTRI PRODOTTI
© 2016 Granai di Toscana Società Agricola Cooperativa
Agency: Kalimero.it