Menù
L'educazione alimentare a scuola - seconda parte

L'educazione alimentare: una nuova materia scolastica?

Si ripete oramai da tempo, da parte di varie organizzazioni di agricoltori e non solo, la pratica di introdurre nelle scuole dei progetti di "educazone alimentare" con lo scopo di trasmettere agli studenti i valori fondamentali della nostra cultura in tema di alimentazione.

Progetti che ottengono sempre enormi successi, dai quali gli studenti escono modificando le loro abitudini alimentari con conseguenze positive sia per la salute che per la qualità della vita (mangiare meglio consumando cibi più sani fa migliorare la propria qualità della vita!).

In questa intervista la professoressa Sonia Pieraccioni dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo GB Niccolini di San Giuliano Terme (PI) racconta l'esperienza della sua scuola su un progetto fatto in collaborazione con la Cia di Pisa che ha coinvolto molti studenti con visite effettuate presso produttori locali.

Secondo la professoressa Pieraccioni l'educazione alimentare, così come l'educazione alla legalità o al rispetto dell'ambiente dovrebbero essere materie da inserire regolarmente nei piani di studio delle nostre scuole. Anche perchè se per alcuni prodotti come l'olio, il vino o i formaggi di qualità oramai si è sviluppata nei consumatori una certa sensibilità per altri prodotti come la pasta c'è ancora tanta strada da fare pur essendoci nel nostro territorio molti produttori e quindi molti prodotti di qualità

La salvaguardia di certe filiere e di certi prodotti del nostro territorio passa quindi anche dalla scuola e dallo spostare queste materie di studio dalla sfera della progettualità alla introduzione vera e propria negli orari scolastici.

I NOSTRI PRODOTTI
© 2016 Granai di Toscana Società Agricola Cooperativa
Agency: Kalimero.it